BREVETTO EUROPEO: TRILINGUISMO SCELTA PREPOTENTE

GLI EURODEPUTATI ONN. MORGANTI E ROSSI DELLA LEGA NORD FAVOREVOLI ALL’ESPERANTO

I deputati europei della Lega Nord Oreste Rossi e Claudio Morganti, nel corso di un’intervista rilasciata all’associazione Nitobe per l’emittente Radio Radicale, hanno condannato l’imposizione del trilinguismo per il regime linguistico del futuro brevetto dell’Unione europea.

«Usare tutte le lingue dell’Unione sarebbe la cosa più corretta da fare» sostiene l’On. Rossi a cui fa eco l’On. Morganti, ma ci è scontrati contro la prepotenza di chi ha voluto imporre il trilinguismo. Il regime trilingue «è una concorrenza sleale verso le piccole e medie imprese, che dovranno accollarsi interamente i costi di traduzione» afferma Morganti.

Unanime sostegno si ha per l’ipotesi avanzata da Nitobe della costituzione di un fondo di traduzione finanziato dagli stati la cui lingua risulta agevolata, anche se su questo punto Rossi precisa come «questa ipotesi non verrà mai accolta a causa dell’atteggiamento strafottente di Francia, Germania e Gran Bretagna».

Entrambi gli eurodeputati si sono detti favorevoli all’adozione dell’esperanto nel lungo periodo quale lingua tecnica e neutrale per il brevetto. «L’uso dell’eperanto è auspicabile» una soluzione che «può mettere tutti d’accordo», hanno detto Rossi e Morganti.

 

Michele Menciassi
Segretario Associazione Nitobe
per la giustizia e democrazia linguistica

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>